Barattolo della calma: come realizzarlo

Barattolo della calma

La teoria del barattolo della calma sostiene che guardando dei brillantini agitarsi in un barattolo i bambini agitati e nervosi si calmino.

Non l’ho ancora testata e credo che non cercherò di provarne la veridicità

rischiando che un folletto urlante lanci un barattolo di vetro pieno di acqua nel mezzo del soggiorno.
Realizzarlo però è divertente, facile, economico ma soprattutto… a chi non piace incantarsi a guardare brillantini che scendono?

Ecco quindi come realizzare il barattolo della calma. Per prima cosa, procuratevi:

  • Uno o più bambini, dovete giustificare il fatto che state trafficando con brillantini e colori.
  • Brillantini. Quelli della foto li ho presi da Tiger, 5 provette a 3€
  • Vasetti trasparenti. Meglio se piccoli, meglio se graziosi, meglio se non di vetro. Ma alla fine, a chi importa? Riciclate quello della maionese appena finita, nessuno ve ne farà una colpa. Per un risultato più colorato (e per coprire la scritta “maionese” sul tappo del barattolo) potete sempre pitturare il coperchio con dei colori acrilici.
  • Colori. Nella foto vedete coloranti alimentari, preferiteli se i bambini sono piccoli o se c’è comunque la possibilità che vogliano assaggiarli.
  • Colla liquida trasparente.
  • Shampo trasparente
  • Acqua calda.

Versate l’acqua calda nel barattolo di vetro sino a raggiungere quasi l’orlo. 

Aggiungete un paio di cucchiaini di colla liquida, un paio di cucchiani di shampoo e qualche goccia di colorante alimentare.

E’ arrivato il momento di aggiungere i brillantini. Aggiungetene tantissimi, sarà più bello guardarli scendere.

Chiudete il barattolo, stringete bene il coperchio e assicuratevi che manine paffute non riescano più ad aprirlo.

Ora scuotete il barattolo, capovolgetelo  e incantatevi.

 Barattolo della calma 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *